Anno dei Borghi italiani

Borghi, mille destinazioni. Investimenti, economia e turismo

Un appuntamento per tracciare linee evolutive e future azioni

Borghi, mille destinazioni. Investimenti, economia e turismo è stato un importante momento di confronto sull’Anno dei Borghi che ha visto esponenti di istituzioni, mondo dell’associazionismo, dell’imprenditoria, stilare un bilancio consuntivo del lavoro svolto nel corso del 2017 ed indicare le future linee guida necessarie per lo sviluppo dei borghi italiani.

L’evento – tenutosi nell’Aula Ottagonale delle Terme di Diocleziano (ex Planetario) il 15 dicembre 2017 – è stato un susseguirsi di Focus, Panels e tavoli di lavori che, presentando i dati e buone pratiche adottate, evidenziano come i Borghi siano una forte realtà del comparto turistico italiano e di come questi offrire una sponde ad un maggiore sviluppo economico ed occupazionale dell’Italia.

Tutte le slide e i materiali sono disponibili su questa pagina e sul canale Slideshare della Direzione Generale Turismo.

Francesco Palumbo

Tra i momenti più significativi della giornata la presentazione della Carta dei Borghi stilata dal Comitato di Coordinamento dei Borghi turistici Italiani: il documento che illustra, coerentemente alla legge ‘salva Borghi’ (LEGGE 6 ottobre 2017, n. 158), un insieme di azioni concrete – dagli interventi infrastrutturali, alle strategie digitali e per l’accessibilità, alle politiche imprenditoriali – volte a rappresentare il punto di partenza di iniziative fondamentali al rilancio dei borghi e del turismo sostenibile, come da linee guida dal Piano Strategico del Turismo 2017-2022 strumento volto al rinnovamento e l’ampliamento della offerta turistica.

Momento clou, la firma del protocollo MiBACT-MiUR-ANCI per un turismo scolastico nei Borghi italiani che impegna le parti a promuovere, presso le scuole di ogni ordine e grado, la conoscenza dei borghi, favorendo visite di istruzione e uscite didattiche verso questi.

Protocollo MIUR - MIBACT - ANCI
Firma del Protocollo MIBACT-MIUR-ANCI

“Durante tutto l’anno, Stato, Regioni, Enti locali, associazioni e ENIT hanno messo in campo una strategia di promozione unitaria che ha portato i suoi frutti: i numeri parlano chiaro, nel 2017 il turismo rurale e nei borghi è cresciuto a tassi a due cifre. E per incentivare ancora di più questa tendenza il MiBACT ha appena approvato un nuovo bando per il 2018 che stanzia 20 milioni di euro per promuovere il turismo nei Borghi italiani che rientrano nell’area del Pon cultura”.
Dario Franceschini

Notizie

1Cammino