Cimiteri Storici Monumentali - Atlante Cimiteri

Cimiteri Storici Monumentali

Nell’Atlante dei Cammini d’Italia anche i luoghi della memoria collettiva con il loro ricco patrimonio storico e artistico un 'bene culturale' da visitare e valorizzare

La valorizzazione dei cimiteri storici monumentali italiani come luoghi della memoria collettiva, è tra gli elementi portanti del protocollo d’intesa firmato, nel 2016, tra MiBACT e SEFIT (servizi funerari italiani) associata ad Utilitalia che ha, tra i principali punti, la realizzazione di un Atlante digitale dedicato.

Certosa di Ferrara - Atlante Cimiteri storici monumentali
Certosa di Ferrara

Rientrando nelle linee guida dettate dal Piano Strategico per il Turismo (PST) – che la Direzione Generale Turismo del MiBACT sta attuando per valorizzare il patrimonio culturale italiano minore, incentivando il turismo lento, diffuso e sostenibile e per decongestionare i flussi turistici delle grandi città e i grandi attrattori a favore di destinazioni meno conosciute – anche l’Atlante Digitale dei Cammini d’Italia propone questa diversa forma di turismo. Una proposta nata in Europa nel 2001, con la promozione del riconoscimento dei cimiteri come patrimonio dell’umanità e la creazione della European Cemeteries Rout da parte dell’Association of Significant Cemeteries in Europe (ASCE).

Cimiteri Storici Monumentali - Quadriportico di Cristo, Verano Roma
Quadriportico di Cristo - Verano, Roma

Il lungo percorso tra i cimiteri monumentali sparsi in tutta Europa, vede l’Italia detenerne il primato (oltre il 55% del totale).  Distribuiti su tutto il territorio nazionale, la maggior parte dei quali situata tra Toscana, Sicilia e Emilia Romagna, 6 di questi fanno parte della prima stesura dell’Atlante dei Cimiteri, mentre 4 sono quelli attualmente toccati da uno dei Cammini d’Italia. Come: il Verano, la Certosa di Ferrara, la Certosa di Bologna, e lo Staglieno di Genova, tutti segnalati sulla Mappa dei Cammini con POI dedicati.

Notizie

1Cammino