Via Romea Germanica - Castello Estense, Ferrara - Massimo Baraldi POI-i-come-ingresso

POI: i come Accesso

Porta d'ingresso al turismo lento tra grandi città d’arte e centinaia di Borghi storici attraverso i Cammini d’Italia

L’Italia è attraversata da una ragnatela di Cammini che, incrociandosi, danno vita ai POI: punti di Intersezione comunemente chiamati snodi. Veri e propri hub di ingresso al patrimonio culturale del Belpaese come proposto nell’Atlante digitale dei Cammini.

I POI offrono al viaggiatore punti di ingresso al turismo lento permettendo di muoversi liberamente tra grandi Città d’Arte e centinaia di Borghi attraversati dai Cammini d’Italia.
Vere e proprie porte di accesso ad una scelta di turismo consapevole e sostenibile; che aprono al viaggiatore uno spaccato di Paese inedito e che, affiancando l’offerta turistica tradizionale, si propongono come alternativa alle consuete mete turistiche.

POI come punti di Interesse: luoghi di prestigio tra siti Unesco, destinazioni EDEN, capitali o candidate tali della Cultura che rappresentano, al tempo stesso, punto di arrivo e di partenza per le grandi porte di accesso, tra porti, aeroporti e stazioni ferroviarie, al turismo.

Una intermodalità tra Atlante digitale dei Cammini e Piano Straordinario della Mobilità Turistica (PSMT piano promosso dal MIT che disegna un quadro unitario del sistema della mobilità in Italia) che arricchisce la natura stessa dei Cammini affiancando, alla mobilità tradizionale, un modo alternativo e sostenibile di viaggiare.

Mettere in rete i luoghi del turismo rende maggiormente accessibile l’offerta turistica italiana. Porta beneficio all’intero sistema decongestionando grandi mete turistiche e valorizzando, al contempo, le attrazioni culturali, ambientali ed enogastronomiche che s’incontrano lungo il Cammino.
Un turismo sostenibile e a misura d’uomo. Così come promosso dal Piano Strategico del Turismo (PST).

“Il Piano Strategico del Turismo identifica nella mobilità una delle priorità per lo sviluppo del turismo diffuso nel nostro territorio.
(Dario Franceschini, MiBACT)

“Il settore turistico è prioritario nella pianificazione delle infrastrutture del Paese”
(Graziano Delrio, MIT)

Notizie

1Cammino