Festival Sviluppo Sostenibile

Festival Sviluppo Sostenibile: 2a Edizione

La cultura della sostenibilità e la diffusione dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU sottoscritti dall’Italia al centro del Festival diffuso

Con quasi 600 eventi sparsi su tutto il territorio nazionale parte, dal 22 maggio al 7 giugno, la 2a Edizione del Festival italiano dello sviluppo sostenibile. La manifestazione – organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) che con circa 200 aderenti è la più grande rete di organizzazioni della società civile italiana – nasce per diffondere la cultura della sostenibilità e i diciassette obiettivi di sviluppo sostenibile contenuti nell’Agenda 2030 dell’ONU, sottoscritti nel 2015 dal nostro Paese.

Il Festival – presentato a Roma nei locali dell’Istituto Luigi Sturzo – rappresenta un importante momento di confronto sulle grandi sfide da affrontare: dalla povertà al lavoro all’educazione, passando per disuguaglianze, energia, infrastrutture, cooperazione internazionale e finire con ambiente e innovazione.

Festival Sviluppo Sostenibile

Il Presidente di ASviS, Pierluigi Stefanini, presentando l’evento ha tenuto a sottolineare che “dall’edizione dello scorso anno a questa sono triplicati gli appuntamenti. Un prezioso patrimonio per aumentare la diffusione del messaggio – rivendicando anche l’importanza dell’Associazione come – soggetto plurale a cui aderiscono molteplicità molto diverse tra loro e in tanti campi diversi”.

Anche per questa edizione il festival della sostenibilità ha ricevuto i patrocini dei Ministeri dell’Ambiente, dei Beni Culturali e del Turismo e di quello della Salute.
I 17 giorni del Festival saranno animati da eventi, tra convegni, workshop, mostre, spettacoli, laboratori. Inoltre saranno ulteriormente arricchiti da tante diverse iniziative nate per coinvolgere tutte le generazioni con il chiaro intento di diffondere e far arrivare al maggior numero possibile di persone il messaggio dello sviluppo sostenibile del mondo come priorità assoluta.
Di elaborare idee e proposte, valorizzare buone pratiche e discutere di come il Paese, in tempi rapidi, possa indirizzarsi sulla strada dello sviluppo sostenibile.

Iniziative, messaggi, eventi grandi e piccoli partendo dagli stadi della Serie A, passando attraverso musei, stazioni ferroviarie, canali televisivi pubblici e privati, dalle piazze di tanti comuni italiani, alle università, dalle scuole fino ad arrivare alle primarie istituzioni culturali. Un intero Paese impegnato a rendere maggiormente visibile l’impegno a realizzare l’Agenda 2030, nell’intento di cambiare, in meglio, il futuro.

Il Festival, infine, cade nei giorni, dal 30 maggio al 5 giugno, della Settimana Europea per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development Week – ESDW) in cui il Ministero dell’Ambiente è focal point nazionale.
Una iniziativa del Network Europeo per lo Sviluppo Sostenibile (European Sustainable Development NEtwork – ESDN) dedicata a stimolare e dare visibilità ad attività, progetti, manifestazioni ed eventi che promuovano tutti i 17 Obiettivi dell’Agenda 2030.

Notizie

1Cammino