'Land of Garda': il convegno

“Identità, Organizzazione, Governance" a confronto oggi nei locali della Dogana Veneta a Lazise sulla sponda orientale del Garda

Dopo la presentazione romana del 12 giugno scorso, si è aperto stamane, organizzato dalla Camera di Commercio di Verona, il convegno Land of Garda Identità, Organizzazione, GovernanceQuesti i temi affrontati al centro del dibattito odierno che si è tenuto nei locali della Dogana Veneta di Lazise, paese affacciato sul lato orientale del lago di Garda nella provincia scaligera.

Il convegno ha messo a confronto la complessa esperienza della DMO (Destination Management Organization) del Lago internazionale di Costanza – Lago che si affaccia contemporaneamente sulle sponde di Austria, Germania e Svizzera – con alcune esperienze italiane.

I lavori odierni si sono aperti con la testimonianza dell’AD dell’International Bodensee Tourismous, Jürgen Ammann che, presentando la relazione ‘Un Lago, tre Stati’ ha illustrato, insieme a Antonio VezzosoDirettore Marketing dell’Ente Turistico del Lago di Costanza, la complessa governance del Lago.

A seguire la tavola rotonda: Cinque esperienze che contano: Italia, Veneto, Valle d’Aosta, Emilia Romagna e il Lago di Costanza. Un dibattito a più voci che ha messo a confronto diversi esperti di settore a confrontarsi sul tema delle Dmo. Coordinato da Stefano Landi, Presidente SL&A Turismo e Territorio, il tavolo ha registrato la presenza della DG Turismo del MiBACT, con il dirigente Francesco Tapinassi; delle regioni Veneto e Val d’Aosta, rispettivamente con Stefan Marchioro e Aurelio Marguerettaz; di Giovanni Arata per Bologna Welcome, tra le DMO più innovative nello scenario italiano.

Notizie

1Cammino