Bandiere Blu 2021: presentazione ufficiale

Sono 201, le località balneari italiane, e 81 di approdo turistico, ad avere ottenuto quest'anno la prestigiosa certificazione internazionale di qualità ambientale, nell'ambito del programma FEE in collaborazione con UNWTO

La Fondazione per l’Educazione Ambientale Italia (FEE -Foundation for Environmental Education) ha presentato lunedì 10 maggio, nel corso di una cerimonia di premiazione online, l’elenco delle località rivierasche che hanno ottenuto la Bandiera Blu 2021.

BANDIERE BLU 2021
Su 300 Comuni che hanno presentato la propria candidatura per quest’anno, 201 località balneari italiane e 81 di approdo turistico, 416 spiagge, hanno ottenuto l’ambito riconoscimento internazionale. Si tratta di ben il 10 percento delle spiagge premiate su scala mondiale.

Istituito nel 1987, Anno Europeo dell’Ambiente, il programma Bandiera Blu è un Eco-Label internazionale di certificazione di qualità ambientale, assegnato annualmente in 49 Paesi del mondo.

Il principale obiettivo del programma Bandiera Blu è, quindi, promuovere lo sviluppo sostenibile nei territori attraverso una serie di indicatori che mettono l’attenzione e la cura per l’ambiente alla base delle scelte politiche, con particolare riferimento all’ecosistema marino.

Le Bandiere Blu sono assegnate ogni anno alle località costiere di destinazione turistica che abbiano presentato la candidatura, sulla base di 32 criteri di valutazione; tra questi, la qualità delle acque. Il requisito è che le acque di balneazione e le spiagge siano risultate pulite ed “eccellenti” nel corso degli ultimi quattro anni, sulla base delle analisi effettuate per l’Italia dalle Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente (ARPA), nell’ambito del programma nazionale di monitoraggio e campionamento coordinato dal Ministero della Salute. I criteri sono aggiornati periodicamente, con la finalità di favorire l’impegno delle amministrazioni locali nella gestione del territorio per uno sviluppo sostenibile nell’ottica di un’attenta salvaguardia dell’ambiente.

La valutazione delle candidature è effettuata da una Commissione internazionale e da una nazionale, nel rispetto delle norme UNI- EN ISO 9001:2015. I componenti sono esperti in tematiche ambientali e turistiche; è presente il Ministero del Turismo, insieme ad altri enti pubblici: Ministero della Transizione Ecologica, Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Coordinamento Assessorati Regionali al Turismo, l’ISPRA, l’Istituto Superiore di Sanità, il Laboratorio di Oceanologia ed Ecologia Marina dell’Università della Tuscia, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici e l’A.N.C.I., nonché organismi privati, come i Sindacati Balneari (SIB-Confcommercio – FIBA – Confesercenti) e la FIN – sez. Salvamento.

Tra i criteri di valutazione per l’assegnazione della Bandiera Blu, sono compresi: l’accessibilità, i servizi turistici e di sicurezza, la pulizia delle spiagge, il valore paesaggistico, la raccolta differenziata, l’efficienza energetica, l’attività di pesca, la tutela della biodiversità marina.

Per la sezione Turismo, le variabili valutate sono: l’offerta turistica, la pressione e la densità, gli approdi, le aree attrezzate per camper, le piste ciclabili, la presenza di strutture ricettive con certificazione ambientale.

FEE è un’organizzazione non-governativa e no-profit, con sede in Danimarca, riconosciuta dall’UNESCO e presente in 77 Stati in tutti i Continenti. Fondata nel 1981, con gli obiettivi statutari di educazione allo sviluppo sostenibile e della diffusione di “buone pratiche” di gestione ambientale nei territori, ha sottoscritto un Protocollo di partnership globale per l’organizzazione di programmi internazionali, tra i quali Bandiera Blu, con due agenzie ONU: il Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite – UNEP e l’Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite – UNWTO.

FEE Italia è nata nel 1987 e gestisce, insieme a Bandiera Blu, i programmi: Eco-Schools, Green Key, Spighe Verdi, Young Reporters for the Environment e Learning about Forests.

Le Bandiere Blu new entry di questa edizione:
Abruzzo: Francavilla al Mare, Pescara e Martinsicuro.
Calabria: Diamante e Santa Maria del Cedro.
Campania: Camerota.
Lazio: Fondi e Minturno.
Marche: Altidona.
Puglia: Bisceglie, Monopoli e Nardò.
Sardegna: Aglientu.
Sicilia: Roccalumera e Modica.

I nuovi Approdi turistici Bandiera Blu 2021: Marina di Policoro (Policoro); Portopiccolo Marina (Duino-Aurisina); Porto di Bordighera (Bordighera); Porto turistico Marina Resort “Bisceglie Approdi” (Bisceglie); Capo D’Orlando Marina (Capo d’Orlando); Marina Resort Portobaseleghe (San Michele al Tagliamento).

L’elenco completo delle località rivierasche e degli approdi turistici con la Bandiera Blu 2021 è pubblicato in due pdf nella sezione accanto MODULISTICA.

Qui il video-intervento del Ministro del Turismo, Massimo Garavaglia:

1Cammino