Il Direttore Generale Turismo nella "Cabina di regia" Benessere Italia

Flaminia Santarelli è la delegata MiBACT al Tavolo istituzionale di supporto al Presidente del Consiglio dei Ministri per l'attuazione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile e il raggiungimento degli obiettivi dell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite

La Dirigente Generale Turismo Flaminia Santarelli è stata nominata dal Ministro Dario Franceschini delegata per il MiBACT nella “Cabina di regia” “Benessere Italia”, istituita con DPCM dell’11 luglio 2019 per «assicurare un supporto tecnico al Presidente del Consiglio dei Ministri nell’esercizio delle funzioni di coordinamento delle politiche del Governo in materia di qualità della vita e sviluppo sostenibile, e garantire, all’interno delle amministrazioni competenti, l’integrazione della valutazione dell’impatto sul benessere nell’elaborazione delle politiche pubbliche». Si tratta di un «organo di alta competenza tecnico-scientifica di supporto al Presidente del Consiglio dei Ministri e di coordinamento istituzionale, con finalità politiche, strategiche e funzionali nell’attuazione delle politiche di benessere e qualità della vita e della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile».

La Cabina di regia è composta da un rappresentante delegato di ciascun Ministero ed è presieduta da un rappresentante nominato dal Presidente del Consiglio dei Ministri.

Il contesto culturale e politico strategico di riferimento è la risoluzione dell’Assemblea delle Nazioni Unite “Trasformare il mondo: Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”, che definisce 17 obiettivi mondiali (con 169 obiettivi specifici) in varie dimensioni (ambientali, sociali, economiche, produttive), per promuovere nuovi “stili di abitare il pianeta”, al fine di assicurare giustizia ed equità tra cittadini e il benessere dell’umanità, in armonia con la natura. In particolare: la lotta alla fame e alla povertà, l’eliminazione delle diseguaglianze, la tutela delle risorse naturali e lo sviluppo urbano e industriale eco-sostenibile, la protezione dell’agricoltura e della pesca, l’innovazione tecnologica e amministrativa, la valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico.

La Direzione Generale Turismo svolge una funzione di coordinamento per le politiche turistiche, e la qualità e competitività dell’offerta turistica sono indicatori del benessere socio-economico.

Tra le fonti normative del cosiddetto “Decreto Gentiloni”, istitutivo della “Cabina di regia”, è citata anche la Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile (SNSS), approvata dal CIPE (con delibera n. 108/2017 e pubblicata in Gazzetta Ufficiale – Serie generale n.111 del 15-05-2018), che stabilisce le linee direttrici per le politiche economiche, sociali e ambientali finalizzate a raggiungere gli obiettivi strategici concordati nell’Agenda 2030, gli strumenti e le aree tematiche, sulla base degli indicatori statistici definiti dall’Istat.

La Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile ha la finalità di promuovere il benessere dei singoli individui e delle comunità nel loro contesto di vita. Il documento, messo a punto dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), è aggiornato nell’ambito di un Tavolo interistituzionale, per programmi e azioni coordinate, anche per il monitoraggio attraverso indicatori determinati. La Cabina di regia “Benessere Italia” è la piattaforma dedicata di supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il coordinamento delle politiche governative in materia della qualità della vita e sviluppo sostenibile. Tale attività si esplica in una serie di azioni e interventi; in particolare:
coordinamento, nell’ambito dei singoli Ministeri, delle attività di sostegno alle politiche di benessere, qualità della vita e sviluppo sostenibile;
assistenza agli Enti territoriali (Regioni, Province e Comuni), collaborando con la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, con l’ANCI e con l’UPI;
coordinamento e integrazione di piani, programmi e strategie;
– elaborazione delle linee guida, rilevazione, misurazione e controllo degli indicatori di benessere;
armonizzazione degli indicatori di benessere e qualità della vita con gli obiettivi dell’Agenda 2030 e monitoraggio delle politiche ministeriali;
promozione di iniziative volte ad accelerare l’attuazione degli obiettivi dell’Agenda 2030, rimuovendo gli ostacoli;
realizzazione di analisi e ricerche in ambito sociale, economico, ambientale (e turistico);
predisposizione di sistemi di indicatori di sviluppo sostenibile su base locale;
promozione di politiche orientate alla tutela e valorizzazione della qualità della vita;
analisi d’impatto sugli indicatori di benessere delle politiche ministeriali e governative;
raccolta dati e monitoraggio dell’attuazione delle politiche governative di sviluppo sostenibile a livello territoriale;
promozione di una cultura del benessere eco-equo-sostenibile;
cooperazione a livello sovranazionale;
rilascio di pareri (non vincolanti), proposizione di raccomandazioni, predisposizione di disegni di legge;
supporto alla Commissione Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile.

Il documento SNSS è articolato in sei aree funzionali (persone, pianeta, pace, prosperità, partnership, vettori di sostenibilità). La sua programmazione triennale si inquadra nel contesto dell’emergenza da COVID-19, per identificare gli indicatori prioritari per l’Italia.

Nel mese di marzo 2019 è stato attivato un Forum per lo Sviluppo Sostenibile aperto alla società civile. I temi di confronto per i gruppi di lavoro sono le aree funzionali del programma dell’OCSE. In particolare, sono stati individuate due tematiche di approfondimento: il coinvolgimento delle giovani generazioni e la coerenza delle politiche di sviluppo sostenibile.

1Cammino